Accedi

Regolamento Comitato Bioetica

ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Il presente Regolamento:
1.1 disciplina l'attività del Comitato per la Bioetica (in breve CB) della Società Italiana di Pediatria e della Società affiliate, (in breve SIP), in ottemperanza a quanto previsto dallo Statuto, acquisito ed approvato dal Consiglio Direttivo della Società medesima in data 15 Aprile 2014.
1.2 definisce gli strumenti operativi del CB della SIP, stabilendone i compiti, le funzioni, l’organizzazione, il funzionamento e le procedure formali di interazione con la Società madre e con le Società affiliate.


ART. 2 FINALITÀ E FUNZIONI

2.1 Il CB è un organismo indipendente, i cui componenti sono nominati dal Consiglio Direttivo della SIP con il compito di svolgere una funzione consultiva e di proposta sulle questioni etiche connesse con le attività scientifiche, formative e assistenziali che coinvolgono soggetti in età evolutiva, allo scopo di proteggere e promuovere i valori della persona, garantirne l’autonomia e la dignità e migliorare sotto il profilo etico i comportamenti e le prassi assistenziali.
Il CB fornisce indicazioni su tematiche generali e non esprime valutazioni in merito a singoli casi.
2.2 Il CB è un organismo di ideazione e diffusione di cultura bioetica attinente all’età evolutiva, prevalentemente secondo le seguenti linee:
2.2.1 attività di ricerca, di documentazione e di confronto nell’ambito della bioetica del neonato, del bambino e dell’adolescente;
2.2.2 diffusione di conoscenze e stimolo a riflessione su tematiche relative all’etica clinica, alla deontologia delle professioni sanitarie, all’etica ambientale, in relazione alla salute e ai diritti ad essa correlati;
2.2.3 deliberazione di pareri ed indirizzi, in piena indipendenza e senza alcun condizionamento, su aspetti generali della cura e dell’assistenza della persona in età evolutiva e della sua famiglia, ritenuti particolarmente complessi sul piano decisionale e/o deontologico. Tali problematiche possono essere sottoposte all’attenzione del CB anche da parte dei Consigli Direttivi della SIP e delle Società affiliate, da singoli soci, da enti e associazioni pubbliche o private.
2.2.4 Il CB può esprimere pareri sui principali atti di programmazione e di intervento della SIP, valutandone la appropriatezza etica e il coerente utilizzo delle risorse, interpretando la propria missione anche come garante del rispetto dei principi statutari della SIP.


ART. 3 INDIPENDENZA

3.1 L'indipendenza del CB é garantita dalla mancanza di subordinazione gerarchica nei confronti della SIP e delle Società affiliate e di altri comitati etici. L’indipendenza del CB è inoltre assicurata dalla presenza al suo interno anche di soggetti non appartenenti alla SIP.


ART. 4 COSTITUZIONE

4.1 Il CB è costituito con atto formale dal Consiglio Direttivo della SIP, tenuto conto di una rosa di candidati proposta - non oltre sessanta giorni prima della scadenza del mandato del CB in carica - da un gruppo di lavoro designato dallo stesso Direttivo. Il Direttivo della SIP nomina anche il Presidente, con funzioni di coordinatore
4.2 Il numero dei componenti del Comitato è variabile, ma comunque compreso fra 5 e 8 (incluso il Presidente).
4.3 La composizione è interdisciplinare, aperta ad esperti in materie umanistiche e tecnico-scientifiche
4.4 La durata del mandato è di anni tre ed è rinnovabile per un successivo mandato consecutivo.
4.5 La sostituzione di eventuali componenti dimissionari e la nomina di ulteriori membri, all’interno del numero massimo complessivo di 8 elementi, viene decisa dal Direttivo della SIP, sentito il Presidente del CB.
4.6 Nel caso di quesiti sottoposti dalle Società affiliate queste ultime possono designare un loro delegato/rappresentante che collabori con il CB nell’esame della problematica in questione.
4.7 Il CB può avvalersi della consulenza di esperti esterni, allo scopo di approfondire specifiche questioni sulle quali deve pronunciarsi.


ART. 5 PRESIDENZA

5.1 Il Presidente promuove e coordina tutte le attività del Comitato;
5.2 valuta il perseguimento dei programmi e degli obiettivi stabiliti dal Comitato;
5.3 è garante del rispetto delle competenze e delle procedure stabilite dal presente Regolamento, della regolarità e continuità delle funzioni previste dall'art. 2;
5.4 assicura la rappresentanza del Comitato;
5.5 si avvale del supporto della Segreteria della SIP per l'espletamento di compiti ordinari di convocazione delle sedute, di redazione dell'ordine del giorno, per ogni comunicazione ai componenti, per la raccolta, registrazione ed archiviazione delle istanze pervenute, per la trasmissione dei pareri, per la sistematica registrazione e il monitoraggio dell'attività espletata dal Comitato.
5.6 interagisce con il presidente SIP ai fini della divulgazione e della comunicazione dei documenti prodotti e di prese di posizione pubbliche.


ART. 6 RECESSO DAL COMITATO

6.1 L'assenza non giustificata a più di due riunioni consecutive da parte di un componente comporta l'automatica decadenza dal CB.


ART. 7 DOVERI DEI COMPONENTI

7.1 Ogni componente del CB é moralmente impegnato ad accrescere le proprie conoscenze sulle
tematiche bioetiche e in particolare di quelle che coinvolgono la persona in età evolutiva.
7.2 L’opinione di qualsiasi componente è un contributo per il CB. Tutti sono tenuti ad ascoltarla con rispetto e a tenere sempre in considerazione le opinioni espresse, anche quando rappresentano la minoranza.
7.3 In considerazione delle particolari funzioni e della peculiarità dell'incarico, ogni membro deve assicurare la partecipazione alle riunioni e non può delegare altri in proprio luogo.
7.4 Tutti i membri sono tenuti alla segretezza sugli argomenti discussi quando questi facciano riferimento a dati personali o sensibili o in qualsiasi altro caso quando venga deciso nel corso della seduta di mantenere il segreto.
7.5 Ciascuno dei partecipanti alla riunione, qualora ne ricorrano i presupposti, deve dichiarare l'eventuale esistenza di un conflitto di interessi rispetto alle problematiche oggetto di trattazione e deve astenersi dall'esercitare il diritto di voto.
7.6 I componenti che non possono intervenire alle riunioni, possono far pervenire per iscritto, entro la data di svolgimento della riunione, le proprie osservazioni e proposte con la specifica indicazione del loro consenso o dissenso rispetto ai documenti in discussione o a parte di essi


ART. 8 VOTAZIONI ED ESPRESSIONE DI PARERI

8.1 Le votazioni avvengono in modo palese.
8.2 I documenti del Comitato devono avere l’approvazione di almeno i due terzi dei componenti e possono essere accompagnati da una relazione di minoranza.
8.3 Eventuali collaboratori e esperti di cui ai punti 4.6 e 4.7 non hanno diritto al voto.


ART. 9 CONVOCAZIONE DELLE SEDUTE

9.1. Il CB. si riunisce con una periodicità adeguata all'assolvimento delle sue funzioni e di norma almeno tre volte l’anno, secondo un calendario prestabilito.
9.2. La convocazione, di regola, dovrà pervenire a ciascun componente con un anticipo di almeno 20
giorni per posta elettronica, salvo diversa disposizione da parte del diretto interessato. Nella convocazione dovranno essere chiaramente indicati il luogo, il giorno, l'ora e l'ordine del giorno.
Le riunioni, nel caso di gravi e motivate urgenze, possono essere convocate dal Presidente anche al di fuori del calendario prestabilito, su richiesta del Direttivo della SIP o di almeno i due terzi dei membri del Comitato.


ART. 10 COSTITUZIONE DEI GRUPPI DI LAVORO

10.1. Su particolari argomenti, per i quali il CB ritenga necessario un approfondimento specifico, il Comitato stesso provvederà a costituire dei gruppi di lavoro, ciascuno dei quali sarà coordinato da un componente del CB, che svolgerà funzioni di referente.


ART. 11 BILANCIO

11.1. Il Segretario, sentito il Presidente, sottoporrà annualmente entro il 28 febbraio un bilancio preventivo per l’anno in corso e un bilancio consuntivo dell’anno precedente al Direttivo della SIP per l’approvazione. 


ART. 12 EFFICACIA E MODIFICHE DEL REGOLAMENTO

12.1 Il presente regolamento è approvato dal CB e trasmesso al Consiglio Direttivo della SIP.
12.2 Le modifiche del presente regolamento sono approvate a maggioranza dei componenti del CB e trasmesse al Consiglio Direttivo della SIP per la loro ratifica. 4